La nozione di idioletto (cfr. Eco [1968: 67-72], [1972: 151-157], [1975: 338-341]) rappresenta "forse l'unico momento in cui tentavo di arginare l'incontrollabilità del processo semiosico" (Eco [1990: 126]). Infatti dato che  la "definizione operativa più utile che sia stata formulata del testo estetico è quella fornita da Jakobson quando, sulla base della ben nota suddivisione delle funzioni linguistiche [referenziale, emotiva, imperativa, fàtica o di contatto, metalinguistica, poetica], ha definito il messaggio a funzione poetica come ambiguo e autoriflessivo" (Eco [1975: 329]), allora l'idioletto estetico definisce il "disegno identificabile" che dà ragione delle ambiguità che caratterizzano il testo estetico (ivi: 338), designa insomma "la regola che governa tutte le deviazioni del testo, il diagramma che le rende tutte mutuamente funzionali" (ivi: 339). È importante notare che la nozione di strategia testuale, cioè di Autore Modello, che compare in Lector in fabula (Eco [1979]), è - sottolinea Eco [1990: 126] - "ritraduzione più articolata della nozione di idioletto". E dunque, Autore Modello (Lector in fabula, 1979), idioletto (Trattato di semiotica generale, 1975 e La struttura assente, 1968), autore come stile, come "modo di formare" (Opera aperta, 1962): è una costante del pensiero di Eco, e alla base di tale costante opera la lezione di Luigi Pareyson (cfr. Eco [1968-1972: 9-31] e [1990: 20-21]), con il quale Eco si è laureato in Estetica.

 

Eco, Umberto

[1962] Opera aperta. Forma e indeterminazione nelle poetiche contemporanee, Bompiani, Milano; seconda edizione: 1967; terza edizione: 1971; prima edizione nei "Tascabili Bompiani": 1976.

 

[1968-1972] La definizione dell'arte, Mursia, Milano; pubblicato, su licenza di U. Mursia & C., da Garzanti, Milano 1983.

 

[1968] La struttura assente, Milano, Bompiani. Autorisierte deutsche Ausgabe: Einführung in die Semiotik. München: Fink, 1972.

 

[1975] Trattato di semiotica generale, Bompiani, Milano.

 

[1979] Lector in fabula. La cooperazione interpretativa nei testi narrativi, Bompiani, Milano.

 

[1990] I limiti dell'interpretazione, Bompiani, Milano.